• Seguimi anche su Bricciole d’info – farfugliamenti

  • DEDICATO A:

    Un forte abbraccio alla mia famiglia; a mio figlio, che con le sue "bricciole" (impossibile fargli capire l'errore ), mi ha dato l'ispirazione per il titolo del blog e al mio piccolo cucciolo che vorrebbe già scrivere al pc come la mamma!

  • Translate

  • Categorie

  • Ultimi post

  • Archivi

  • Login

  • Comunità

  • Se pensi che questo blog

    ti abbia lasciato un segno,

    e lo ritieni utile,

    puoi sostenerlo

    offrendomi un caffè

  • Member of The Internet Defense League

Abolile la scrittura a mano… considerazioni personali

image

L’ultima notizia che gira nel web: La Finlandia abolisce la scrittura a mano nelle scuole.
Ma l’essere umano sta impazzendo completamente?

Leggi l’articolo intero »

Informazioni su questi ad

I 7 vizi capitali del blog

Briccioledinfo:

Ogni tanto riprendere in mano i vecchi post, fa bene.
A se stessi in primo luogo per non pensare che ciò che si è scritto in passato sia come le parole buttate al vento.
Agli altri, forse può servire come spunto, chi lo sa, vediamo

Originally posted on Bricciole d'info web:

image

Non so a voi, ma a me capita molto spesso di associare il mio blog a qualcosa che mi colpisce in un determinato momento, per una qualsiasi ragione.
Molte volte l’ho associato al cibo, paragonandolo spesso e volentieri al minestrone casereccio di una volta.
Questa volta invece, saranno alcune discussioni prese con amici di buona compagnia, l’ho paragonato ai vizi, un blog vizioso :D , vediamo come.

View original 543 altre parole

#FreePrints, mantiene ciò che promette

image

Inizialmente, devo essere sincera, non ci credevo❗ Leggi l’articolo intero »

Il fascino del web e la sua maledizione

Ricchi col web

Anni e anni di fronte al web alla ricerca di quel qualcosa che possa dare una svolta alla tua vita, magari anche solo una speranza, un briciolo di ciò che pensi ti spetti di diritto.

Poi, però ti rendi conto che quel briciolo non ti appartiene, anzi fa parte del grande sacco di pochi eletti, che chissà come, son riusciti a intraprendere la giusta strada.


Ma andiamo per gradi.
Solo, a casa, ormai troppo adulto per continuare a vivere della misera pensione dei tuoi genitori.
Hai studiato per anni, ti sei diplomato o addirittura laureato.
Un bel 110 e lode con bacio accademico che ti ha fatto sognare per un istante facendoti vedere porte spalancate, in ogni angolo del pianeta.


Pufff… sveglia, era solo un sogno!
La cruda realtà è che ti ritrovi davanti al pc a cercar qualcosa.
Non importa cosa, qualcosa che ti possa rendere indipendente, che ti consenta di guadagnare.


Motore di ricerca a manetta… mmmmh quante offerte, quante occasioni!
A leggerle tutte, c’è da perdersi.
– promesse;
– guadagni;
– indipendenza;
– libertà

TUTTI RICCHI EVVAI!!!


E il bello è che per un po’ ci si crede anche!
In fin dei conti “La speranza è l’ultima a morire”

Ma è anche vero che “chi vive sperando, muore c******!”


Ti balena l’dea di fare un salto tra i milioni di blog… O Dio mama!
Salti da un blog italiano a uno straniero e cosa trovi?
LE 1000 REGOLE DI COSA FARE O DI COSA NON FARE

Sempre la solita minestra trita e ri-trita dal 2000 a oggi.
Che fantasia in 14 anni!


Ma allora, come mai si continua a sperare di trovare un lavoro online con tanta facilità?
Possibile che tutti questi anni non siano serviti a niente?


Si parla di trovar l’occasione giusta, il sito giusto, la nicchia perfetta, l’argomento che faccia scalpore, la ragione per cui gli altri non possano più fare a meno di te.


Eppure in tutto ciò, manca un punto focale, forse, a mio avviso, il più importante, CREDERE IN SE STESSI E NELLE PROPRIE CAPACITA’, FOCALIZZARSI SU CIò CHE NOI SAPPIAMO FARE E NON SU COME GLI ALTRI SIANO RIUSCITI A INGRANARE.

Troppo spesso, infatti ci chiediamo “ma come ci sono riusciti, hanno avuto fortuna”
Puo’ essere, ma è più probabile che i vincenti abbiano puntato su ciò che loro erano in grado di fare e lo abbiamo messo in pratica, abbiano approfondito l’argomento e ne hanno fatto la loro ragione di vita, dirigendo le loro vedute verso chi ha gli stessi loro interessi.


Lavoro online, lavoro d’ufficio, lavoro manuale, arte, sport, che importa, BASTA SEGUIRE IL MEGLIO DI SE E NON LASCIARSI CONDIZIONARE DALLA TENDENZA DEL WEB. Dal fascino dei soldi facili che rimane solo un’utopia, dalla libertà e da poco impegno promesso per guadagnare cifre astronomiche.


Il tuo lavoro sei tu, sei ciò che ami fare col cuore, con la mente e con le mani.
Il tuo lavoro è già in te, basta solo portarlo alla luce ;)

Written with @Briccioledinfo.

#Aste onliane, tendenza del momento. Ma sono veramente sicure?

enter image description here
#Aste online tendenza del momento o grande presa per i fondelli che spaccia risparmio, contrapponendosi alla grande crisi che ci affligge?


Mi sono iscritta per pura curiosità a due siti, uguali nella fatispecie, ma che dico uguali!
Praticamente gemelli monozigoti.

  • acquisti le puntate, generalmente 10, salvo le aste riservate di 25, 50 100 puntate e paghi la transazione
  • acquisti le aste riservate per una settimana e paghi la transazione
  • prendi di mira la tua asta e fai le tue puntate
  • ogni puntata fatta ti viene scalata e mai più restituita
  • se hai la fortuna di vincere l’asta, che generalmente superano sempre i 150€, si può avere uno sconto dal 10% al 90% sul valore raggiunto nell’asta.

Facendomi 2, ma proprio 2 calcoli veloci sono giunta a questa conclusione:

  1. per poter partecipare a un’asta riservata, sono necessari minimo 500 puntate, se 10 mi costa in totale 1,01 minimo, per 500 ho già speso più di 50€
  2. non è detto che riesca ad aggiudicarmi l’asta, quindi in teoria la maggior parte delle volte ho buttato 50€ come niente senza neanche rendermene conto
  3. se anche mi aggiudicassi l’oggetto bramato, dopo vari tentativi, che trattandosi ad esempio di un iPad, raggiunge somme che si aggirano sui 200€, anche con lo sconto del 90%, ho veramente pagato la somma di soli 0,95€ come viene mostrato nelle pubblicità? NOOOOO

Ecco cosa mi viene in mente pensando a questi siti:
le sloat machines che ci sono nei bar, in cui ci sono persone che passano le loro giornate a buttare i loro soldi senza vincere niente e poi con un fondoschiena grande quanto l’univero, arriva il pinco pallino che inserisce una oneta e vince tutto.

A questo punto mi chiedo:
non è per caso che, come le sloat dei bar, anche questi siti, sono una gran truffa ai danni di chi, con la scusa di risparmiare, senza rendersene conto, sperpera i suoi soldi e se ne fa una malattia?

Scritto da @Briccioledinfo.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.501 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: