• Seguimi anche su Bricciole d’info – farfugliamenti

  • DEDICATO A:

    Un forte abbraccio alla mia famiglia; a mio figlio, che con le sue "bricciole" (impossibile fargli capire l'errore ), mi ha dato l'ispirazione per il titolo del blog e al mio piccolo cucciolo che vorrebbe già scrivere al pc come la mamma!

  • Translate

  • Categorie

  • Ultimi post

  • Archivi

  • Login

  • Se pensi che questo blog

    ti abbia lasciato un segno,

    e lo ritieni utile,

    puoi sostenerlo

    offrendomi un caffè

  • Member of The Internet Defense League

Diventare giornalista, scrivere per una rivista oggi è possibile?

    Col boom dei blog, dei siti gratuiti, in cui tutti possono esprimere il loro desiderio di scrivere, è sopraggiunto un altro il grande desiderio che ha preso piega negli ultimi tempi: quello di diventare giornalisti.

Ma è la stessa cosa?

Saper scrivere, o esser convinti di saper scrivere, sono due cose completamente diverse, così come stanno agli opposti, scrivere per un blog e diventare giornalisti.

Scrivere un blog, è il modo più semplice per esprimere se stessi, liberamente senza costrizioni , obblighi. Se obblighi ci sono, sono semplicemente dettati dal buon senso, dal sapere che una volta pubblicato il nostro post, può essere visto da chiunque, può diventare punto di riferimento per molti.

Scrivere tanto per scrivere, parole inutili buttate al vento, con un “perfettu italianu” o “italiano porcheddino” (come si direbbe in Sardegna), che tanto perfetto non è; con argomenti poco chiari e spesso fasulli, è, praticamente, cosa di tutti i giorni!

È “compito” del blogger sapere innanzi tutto cosa vuole ottenere dal proprio blog.
Se il suo blog è semplicemente una forma di diario, sotto certi aspetti, è anche giusto che appaia senza senso Occhiolino; ma se il blogger aspira a qualcosa di più (visibilità, guadagni, ….), il mio modesto consiglio, è quello di dedicare maggior attenzione alla forma e al contenuto.

Diversa musica per chi vuole diventare giornalista.

Eh si! Infatti, non basta dire: – So scrivere, ho tante idee per la testa!

Io personalmente li distinguo in:

  1. giornalista fai da te;
  2. giornalista professionista.

Il giornalista fai da te, ha un qualsiasi titolo di studio, bravo nello scrivere, intraprendente, con tante idee.
– Non è iscritto all’albo dei giornalisti (odg), raramente collabora con qualche testata, ma in incognito, i suoi articoli, una volta entrati in redazione, non gli appartengono, vengono acquisiti da giornalisti professionisti regolarmente assunti, perdendo qualsiasi diritto sull’articolo.
– Collabora molto più spesso con siti che “offrono” uno spazio nel proprio giornale online. Questo tipo di collaborazione è, generalmente, a titolo gratuito.

Siti come: http://isayblog.com e http://www.exibart.com, richiedono proprio questo tipo di collaborazione.

http://isayblog.com, offre anche la possibilità di collaborare come correttore di bozze, basta solo inviare il proprio curriculum.

L’unica grande speranza del giornalista fai da te è quella di riuscire a scrivere un articolo ad OC, talmente interessante da essere notati da qualcuno. Cosa rara e di pochi.

Ma a questo punto mi chiedo: Non sarebbe meglio scrivere decentemente su un blog personale?

Il giornalista professionista, oltre al titolo di studio, d’obbligo no, se si vuole avere un minimo di preparazione, deve frequentare dei corsi per giornalisti, attestati e riconosciuti dall’odg (corsi di almeno 45 giorni); deve superare un esame di stato e iscriversi all’odg, l’albo dei giornalisti. Ci si può iscrivere all’albo, se si dimostra di aver collaborato per almeno 2 anni con delle testate giornalistiche, è comunque necessario l’esame.

In rete esistono testate riconosciute che offrono questa opportunità, come: http://www.universy.it, http://www.opennews.it, http://www.we-news.com, tanto per citarne alcune. Tutte, offrono una collaborazione, con un guadagno più o meno alto, e la possibilità, dopo un certo periodo, dimostrando di essere veramente bravi, di entrar a far parte della redazione come giornalista riconosciuto.

Ottimo se le promesse venissero mantenute!

Purtroppo, sempre più spesso si sente esattamente il contrario: grandi promesse e tante prese per i fondelli!

Speranze andate in fumo, lavoro da sgobboni per anni, per poi sentirsi dire che ci sono tempi di crisi, che non si è all’altezza,…

Interessante, per chi cerca lavoro come giornalista è il sito http://www.infocity.go.it, in cui si trovano annunci di offerte di lavoro molto seri. Unico problema, sta nel fatto che per poter vedere l’annuncio completo e rispondere all’offerta, bisogna iscriversi al sito previo pagamento annuale.

Morale della favola?

Diventar giornalisti oggi, non è per niente facile! Troppa concorrenza e poca chiarezza!

Ma si sa i sogni vanno inseguiti, anche a costo di rimetterci! Meglio un rimorso che un rimpianto. O no?

Advertisements
Articolo precedente
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: