Annunci
Annunci
  • Seguimi anche su Bricciole d’info – farfugliamenti

  • DEDICATO A:

    Un forte abbraccio alla mia famiglia; a mio figlio, che con le sue "bricciole" (impossibile fargli capire l'errore ), mi ha dato l'ispirazione per il titolo del blog e al mio piccolo cucciolo che vorrebbe già scrivere al pc come la mamma!

  • Translate

  • Categorie

  • Ultimi post

  • Archivi

  • Login

  • Se pensi che questo blog

    ti abbia lasciato un segno,

    e lo ritieni utile,

    puoi sostenerlo

    offrendomi un caffè

  • Member of The Internet Defense League

… ansimante, si fermò davanti all’uscio della camera…

Cattura
Una settimana da incubo! Tutto era andato storto!
E ancor più storto pareva quel fine settimana, monotono, apatico, quasi suicida…
Ballonzolava tra il pc e la tv, senza trovare una minima cosa del benché minimo interesse. Solite parole, solite frasi scritte e riscritte, perlopiù copiate, modificate qua e la per dare l’illusione di qualcosa di nuovo… Ma puzzava tutto di vecchio.
Anche lui si sentiva vecchio. Vecchio  e pesante, stanco dentro.
Una moglie che adorava. Non sapeva perché aveva scelto lui, ma era li, in quella casa e lui non aveva la forza, quasi gli mancava il coraggio, di sfiorarla.
Era l’unica sua vera ragione di vita, la brezza fresca della sue giornate, il desiderio più profondo del giorno e della notte. Un suo sorriso le apriva il cuore.
La guardava spesso, di nascosto. Non sapeva se lei si accorgesse dei suoi occhi che la sfioravano. Dio, era divina!

Spense tv e pc, era stanco, aveva bisogno di staccare. Infilò il cd, Beethoven… volume alto, da non farlo pensare, da poter dimenticare…

…. volume alto, da non farlo pensare, da poter dimenticare…

Sentiva il suo profumo nell’aria.
A passo lento, salì silenziosamente le scale, un gradino dopo l’altro, le vene pulsavano forti nella sua mente, avrebbe avuto il coraggio di chiedere a sua moglie che voleva star con lei, voleva possederla, voleva vederla godere… Amava vederla godere, aveva un modo tutto suo, angelo e demonio, zucchero e veleno…
Giunto al piano superiore, ansimante, si fermò davanti all’uscio della camera… la musica cambiò…

… ansimante, si fermò davanti all’uscio della camera…

…la vide, un miraggio, seduta nel bordo del letto, si preparava.
Indossava quel suo corpetto casta e sensuale… ed era sua, era la sua donna!
Lei si voltò lentamente, gli sorrise e silenziosamente gli sussurrò “Ti amo”…
Si sarebbe stata sua, in quel momento e per sempre…
Entrò e si chiuse la porta alle spalle……………………

Annunci
Articolo successivo
Lascia un commento

2 commenti

  1. Undeniably believe that which you said. Your favorite reason seemed to be on the net the easiest thing to be aware of.I say to you, I certainly get irked while people think about worries that they plainly do not know about. You managed to hit the nail upon the top and also defined out the whole thing without having side effect , people could take a signal. Will probably be back to get more. ThanksCheck out my website; Arizona Auto Insurance

    Rispondi
  2. Howdy! I could have sworn I've been to this website before but after reading through some of the post I realized it's new to me.Anyhow, I'm definitely delighted I found it and I'll be bookmarking and checking back frequently!Here is my weblog :: Cheap life insurance

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: