Annunci
Annunci
  • Seguimi anche su Bricciole d’info – farfugliamenti

  • DEDICATO A:

    Un forte abbraccio alla mia famiglia; a mio figlio, che con le sue "bricciole" (impossibile fargli capire l'errore ), mi ha dato l'ispirazione per il titolo del blog e al mio piccolo cucciolo che vorrebbe già scrivere al pc come la mamma!

  • Translate

  • Categorie

  • Ultimi post

  • Archivi

  • Login

  • Se pensi che questo blog

    ti abbia lasciato un segno,

    e lo ritieni utile,

    puoi sostenerlo

    offrendomi un caffè

  • Member of The Internet Defense League

La #Pornografia fa perdere la #memoria.

Ver-pornografía-desactiva-parte-del-cerebro-de-las-mujeres

Fidarsi o non fidarsi di questi studi? Pare infatti che:

la pornografia faccia perdere la memoria.

Lo afferma uno studio scientifico finalizzato a mettere in parallelo il desiderio sessuale e il comportamento mnemonico. Sembra che il cervello reagisca in maniera diversa allo stimolo sessuale rispetto ad altri stimoli. Gli scienziati hanno mostrato ai partecipanti, 28 uomini eterosessuali, due serie di diverse immagini: alcune a contenuto sessuale, altre a contenuto neutrale. La notizia riportata sulle pagine del Daily Mail, racconta come dopo ogni diapositiva veniva chiesto agli esaminati se ricordassero quale diapositiva “avevano visto quattro foto prima di quella appena visualizzata“, e se quella fosse la stessa dell’ultima visualizzata. Pare che la risposta sia stata corretta nel 67% delle immagini sessuali e l’80% delle immagini neutrali. Per i ricercatori dell’università di Duisburg, “il desiderio sessuale e il suo impatto sul processo cognitivo spiegano alcune parti di questi effetti negativi: il desiderio sessuale interferisce con la memoria, una caratteristica molto importante per il funzionamento esecutivo del cervello. Ricerche precedenti hanno già collegato il trattamento delle immagini pornografiche da parte di aree del cervello responsabili delle emozioni e dell’attenzione“.

Secondo studi svolti a Città del Messico, pare che la corteccia visiva primaria (V1), incaricata di esprimere un interpretazione delle informazioni territoriali in ambiente visuale della persona, riceve meno flusso di sangue,  causando diminuzione della capacità visiva quando vengono mostrate immagini pornografiche esplicite, tipo “hardcore”.

Secondo i ricercatori questo potrebbe dipendere dal fatto che il cervello decide di concentrarsi particolarmente sull’eccitazione scartando i dettagli del contenuto del video in questione.

Ecco per quale ragione diminuirebbe l’attenzione e la memoria nei soggetti particolarmente interessati alla pornografia.

Allo stesso tempo pare, però che coloro che sono meno interessate e che, quindi prestano maggiore attenzione ai dettagli, siano particolarmente tendenti all’ansia e difficilmente, durante i rapporti, raggiungono l’eccitazione.         

Oh per dinci! Triste

Quindi in poche parole o ci facciamo soffocare da stress e ansia dimenticandoci del piacere paradisiaco, occupandoci solo dei problemi della vita di tutti i giorni, o ci rassegniamo a essere un popolo di smemorati, piccoli e grandi dementi, che non riescono a ritrovar la via di casa, ma che in compenso provano l’emozione del piacere, riescono a lasciarsi andare, dimenticando, per l’appunto Con la lingua fuori , almeno per un po’, i grandi problemi che affliggono la società odierna.

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: