Annunci
Annunci
  • Seguimi anche su Bricciole d’info – farfugliamenti

  • DEDICATO A:

    Un forte abbraccio alla mia famiglia; a mio figlio, che con le sue "bricciole" (impossibile fargli capire l'errore ), mi ha dato l'ispirazione per il titolo del blog e al mio piccolo cucciolo che vorrebbe già scrivere al pc come la mamma!

  • Translate

  • Categorie

  • Ultimi post

  • Archivi

  • Login

  • Se pensi che questo blog

    ti abbia lasciato un segno,

    e lo ritieni utile,

    puoi sostenerlo

    offrendomi un caffè

  • Member of The Internet Defense League

La magia del passato vigliaccamente offuscata dalla tecnologia del futuro

Era da tanto tempo che non tornavo in paese durante il periodo Natalizio!
I miei ricordi vivevano ancora la magia del passato, i profumi, le risate, le pacche sulle spalle, i grandi gruppi di amici che si divertivano con poco.

Bastavano “le vasche”, un su e giù per la via principale del paese, per ore, a parlare del più e del meno, per lo più amori inconfessabili, fino a far male i piedi.
Una piccola sosta nel muretto e poi ripartire con le vasche.
Al tempo non esistevano pc o cellulari, erano una prerogativa delle aziende, uno strumento da lavoro…
Ricordo la pizzeria “da Giacomo”, in pietra, con quel suo piccolo angolino nascosto, dove ci si rintanava nei giorni più freddi, o quando non si aveva voglia di bagnarsi con la pioggia, una pizza fumante al taglio e una gran porzione di patatine da dividere in quattro, mentre si faceva una partita a carte o s’incrociava lo sguardo, che pareva inebriasse, di qualcuno…
Le serate, sembravano una diversa dall’altra, nonostante non si facessero grandi cose, si viveva nella semplicità, con le lunghe chiacchierate con i propri amici, ogni tanto si aggiungeva qualcuno alla combriccola e il gruppo diventava sempre più grande, tanto da diventar la dannazione delle poche macchine che circolavano, perché s’intasava la via! Ma gli adulti capivano e 😛 chiudevano un occhio!

Ma gli anni passano, non avevo fatto i conti con la tecnologia………………………………………………………………………
13 anni sono relativamente pochi o, forse, molti, ma il tanto che basta per rendere desolato un paese!
I ragazzi sono completamente spariti dalla circolazione!
Non c’è più nessuno ne a far le “vasche”, ne a mangiare quel piccolo trancio di pizza in qualche locale.
Strade deserte, desolate, giusto qualche cane randagio che cerca disperatamente le coccole combattendo il freddo dell’inverno.
Com’è possibile? Dove sono le grandi baldorie giovanili?
Racchiuse in un piccolo schermo, tra blog e social… In quello stesso schermo, che vede impresse le scritte di solitudine e depressione di molti, ai quali manca la vera amicizia!
Lo stesso schermo che regala emozioni virtuali a chi non è più capace di approcci sentimentali…
Questo è il nostro futuro?
Una tecnologia che fa, giorno dopo giorno, passi da gigante, cibandosi di vere emozioni, di battiti di cuore, di vere pacche sulle spalle, sostituendole con link e poke privi di qualsiasi calore.
Mi manca il passato, mi manca la “primitivizzazione”…………………………………………………….
Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: