• Seguimi anche su Bricciole d’info – farfugliamenti

  • DEDICATO A:

    Un forte abbraccio alla mia famiglia; a mio figlio, che con le sue "bricciole" (impossibile fargli capire l'errore ), mi ha dato l'ispirazione per il titolo del blog e al mio piccolo cucciolo che vorrebbe già scrivere al pc come la mamma!

  • Translate

  • Categorie

  • Ultimi post

  • Archivi

  • Login

  • Se pensi che questo blog

    ti abbia lasciato un segno,

    e lo ritieni utile,

    puoi sostenerlo

    offrendomi un caffè

  • Member of The Internet Defense League

Marte e Venere, due mondi, due cuori

Tempo fa lessi un libro di Pasini in cui veniva spiegato come uomo e donna pur provando stesse emozioni, stessi desideri, non riescano per loro natura, a comunicare, per l’enorme differenza che c’è tra i due, nell’esprimere i loro pensieri.

Questa domanda sembra che non trovi mai risposta!
Oggi più di ieri l’argomento sembra interessi la maggior parte di noi, e non solo la categoria femminile, ma anche e forse, soprattutto quella maschile.
Oggi, si apprende dalle statistiche il distacco sempre più grande, la lontananza sempre più persistente, anche fra le coppie di vecchia data.
Incapaci a trovare il tempo per se stessi, pronti per tutti, ma mai per rafforzare quel sentimento che un tempo li aveva uniti.
È veramente colpa dei numerosi impegni, dei problemi, o è più vera la tesi di Pasini?
Modi diversi, quasi incomprensibili, per esprimere lo stesso concetto, col risultato di insormontabili incomprensioni.
Secondo il parere di Pasini, basterebbe imparare ad ascoltare.
ASCOLTARE, parolina magica che sempre più spesso ci dimentichiamo di fare.
Imparare, ascoltando, cosa veramente il nostro, la nostra partner ci vuole dire.
Ascoltare, per capirsi, per capire ciò che il partner vuole veramente esprimere.

Molto spesso, ciò che a noi può apparire come indifferenza, è un modo per scrollarsi di dosso i grossi problemi della giornata. O il parlare troppo, in modo quasi compulsivo, senza rendersi spesso conto di ciò che si dice, nasconde insicurezza nello stesso rapporto, paura di perdere il partner, non rendendosi conto dell’effetto opposto del nostro comportamento.

Ancora più spesso, non ci si rende conto che mettiamo in evidenza i nostri problemi, le nostre emozioni, dimenticandoci, o non tenendo per niente in considerazione ciò che il nostro partner vuole esprimere.
La cosa più grave è che siamo convinti di saper ascoltare. Siamo convinti di capire…

Ma se facciamo un attento esame, spesso,  ci renderemmo conto che le uniche cose che abbiamo veramente ascoltato e incamerato, sono solo i nostri pensieri.

Imparare ad ascoltare non è facile, forse è una delle cose più difficili in un rapporto di coppia. Eppure, se non si vuole comparire davanti a un giudice, se ancora si provano dei veri sentimenti, si deve lavorare proprio su questo punto.

Non sarà “un lavoro” di pochi giorni, forse occorreranno mesi, ma, gli sforzi saranno ben ricompensati!

Si potranno scoprire i “vecchi colori” che ci hanno fatto innamorare. Probabilmente se ne scopriranno di nuovi e si ritroverà la vera magia del condividere una vita a due, insieme, nonostante le numerose intemperie.

Tu sai ascoltare?
Vuoi raccontare la tua esperienza?

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: