• Seguimi anche su Bricciole d’info – farfugliamenti

  • DEDICATO A:

    Un forte abbraccio alla mia famiglia; a mio figlio, che con le sue "bricciole" (impossibile fargli capire l'errore ), mi ha dato l'ispirazione per il titolo del blog e al mio piccolo cucciolo che vorrebbe già scrivere al pc come la mamma!

  • Translate

  • Categorie

  • Ultimi post

  • Archivi

  • Login

  • Se pensi che questo blog

    ti abbia lasciato un segno,

    e lo ritieni utile,

    puoi sostenerlo

    offrendomi un caffè

  • Member of The Internet Defense League

Abolile la scrittura a mano… considerazioni personali

image

L’ultima notizia che gira nel web: La Finlandia abolisce la scrittura a mano nelle scuole.
Ma l’essere umano sta impazzendo completamente?

Leggendo questo titolo che nei social appare a lettere cubitali, mi viene da inorridire, da chiedermi se stiamo cadendo, sempre più velocemente, nel baratro della pura ignoranza causata dalla tecnologia mal assorbita dalla mente umana.

Ragionando sul dato certo, dal momento che qualche tempo fa si parlava di fare la stessa scelta nelle scuole italiane, mi chiedo:
-quanto giusta, equilibrata, educativa, sotto tutti i punti di vista, può essere una decisione di questo tipo?

Molto probabilmente sono l’ultima persona che può commentare in merito a una tal decisione, ma dal basso della mia GRANDE IGNORANZA, penso sia una delle decisioni più stupide che si possano prendere, specie in ambito scolastico.

La scrittura a mano fa parte della nostra storia, della nostra cultura, forse è una delle poche cose che ancora riesce a portare nel nostro presente il passato. In essa sono racchiuse emozioni, il nostro carattere, la nostra personalità, il nostro essere umani e non macchine.
La scrittura a mano ci distingue dagli altri, ma soprattutto ci distingue gli uni dagli altri.

Solo io ho nostalgia delle lunghe lettere scritte a mano?
Del profumo dei quaderni e dell’inchiostro che si fissava sulle dita come a voler dimostrare che ci eravamo impegnati nel fare i compiti?
Solo a me manca la difficoltà nel leggere a volte ciò che si era scritto e sentirsi dire “chi non sa leggere la sua scrittura è un asino di natura”?

Se penso che a causa della tecnologia abbiamo già perso molte delle nostre parole… Non oso immaginare cosa potrebbe accadere abolendo la scrittura a mano.

Probabilmente è un passaggio obbligatorio del mondo tecnologicamente avanzato!
Probabilmente sono troppo romantica a legata alle tradizioni!

Però concedetemelo, preferisco restare nel mio mondo retrogrado, continuare a scrivere su fogli di carta svolazzanti spesso comprensibili solo da pochi, piuttosto che annullare completamente la magia della penna che scivola sulla carta.

Articolo precedente
Lascia un commento

9 commenti

  1. Da figlia di maestri elementari posso dire che, considerazioni romantiche a parte, l’apprendimento della scrittura a mano è assolutamente indispensabile per la crescita del bambino, sia fisica che psicologica. In genere apprezzo le decisioni dei paesi nordici, ma secondo me qui hanno cannato del tutto.

    Rispondi
  2. Salve, è da un po’ che non commento sul suo Blog, che sempre mi diverte e interessa leggere. E colgo l’occasione per salutarla. Tornando ora al suo articolo, credo che la sua nostalgia sia giustificata e comprensibile. Il problema che scaturisce dalla fine della scrittura a mano nelle scuole, è secondo me più grave di ciò che si pensa. Intanto perchè viene a mancare una manualità che inizia proprio dall’utilizzo della penna. Portare avanti una generazione che non riesce a creare un cerchietto con una penna, è portare l’essere umano al livello dei primati. In poche parole sembreremo “Scimmie” che staranno davanti a uno schermo a indicare quale è la O e quale è la B. Stiamo delegando qualsiasi cosa a delle macchine, con la scusa dell’aiuto di esse per far si che la vita diventi più facile per noi. Cazzate!!! (perdoni la parola). Ma ve lo immaginate quale generazione vogliono creare? Già quella di oggi ormai ha perso la condizione umana. Non parlo di certo senza avere esempi che sostengano la tesi; se pensate all’avvento di Facebook, pubblicizzato come il rimedio ad un incontro sociale più vasto, all’amico lontano che non sempre si riusciva a sentire ecc. ecc., ad oggi è diventato in realtà, il responsabile della fine dei rapporti interpersonali e della chiusura sociale. Si preferisce “vedere” o “sentire” le persone tramite un computer, piuttosto che vedersi, parlare e avere contatti diretti. Senza parlare della dipendenza che esso crea, per poterla misurare basta che contante quante volte il vostro cervello vi dice di accedere su face tramite qualsiasi tecnologia ve lo consenta. Oggi si va al Bar e non ce persona che in un tavolino con davanti un caffè non entri su Face piuttosto che chiacchierare col prossimo. Controllate voi stessi e i vostri figli, fate una stima di quanto siano indispensabili per voi questi social e solo li vi renderete conto di come ci ha ridotti e di come stanno contribuendo all’allontanamento sociale. Ci sarebbe tanto da dire e da discutere su questo tema, ma voglio chiudere dicendo che internet è un buon mezzo di conoscenza e di condivisione, ma va usato con criterio e intelligenza. Distinti Saluti.

    Rispondi
    • Carissima, mai parole più vere sono state dette, compreso il francesismo. I social, sono solo una goccia di ciò che l’essere umano deve diventare! Lo dimostrano gli avvenimenti degli ultimi tempi e, ci scommetto, che la fine della mente umana, poco ha che fare con la tecnologia. La causa maggiore è la nostra irresponsabilità, il nostro egocentrismo, il nostro poggiapianismo da emeriti pecoroni. NOn è colpa ne della tecnologia, ne della crisi, se torniamo alle origini del nostro esistere, più simili ai monocellulari che a qualsiasi altra specie esistente al mondo… Siamo stati consenzienti, ci ha fatto comodo, abbiamo voluto la strada spianata da altri e più ce la spianavano, più eravamo contenti, poco fare, poco pensare… Tanti c…. messi in fila che adesso non son capaci di risollevarsi e aspettano… che arrivi la fine…
      Oddio sono entrata troppo nei miei pensieri!😛 Pardon!

      Grazie per essere passata a trovarmi,😀 è veramente un piacere, in particolar modo quando la conversazione non si limita al semplice uso di tastiera e link di condivisione!

      Rispondi
  3. SonO passatO🙂 a trovarla perchè è interessante il suo blog, il mio l’ho diciamo per così dire messo in “standby”, preferisco scrivere quando ho qualcosa da dire, piuttosto che scrivere in maniera superficiale e senza profondità d’animo. Lei ha ragione quando dice che l’abbiamo voluto noi, ma non per niente siamo dotati di intelligenza e conoscenza su ciò che è bene e ciò che è male. Siamo dotatati anche di azioni di ridimensionamento. Mi spiego meglio: se tutti noi abbiamo notato che l’utilizzo di alcune tecnologie è errata e dannosa per l’essere umano perchè non fare in modo, partendo da noi stessi, di ridimensionare l’utilizzo, riqualificandolo per cose più importanti? Come il sapere e la conoscenza? Conoscere rendere liberi!!

    Rispondi
    • Ops!😛 Chiedo venia!
      Perchè?
      Perchè non abbiamo ne costanza ne forza di volontà! Perchè preferiamo delegare piuttosto che fare, tanto c’è chi lo farà. Perchè cerchiamo di tirare l’acqua al nostro mulino. Perchè le vere amicizie non esistono più e piuttosto che stare soli, ci accontentiamo di un “Buongiorno” detto da chi sa chi su un social. Perchè è più semplice fare le cose da dietro un pc, piuttosto che uscire al freddo e far la fila.
      Posso continuare all’infinito.
      Come si fa a riqualificare la conoscenza in un mondo che già dai primi anni di scuola questa viene negata? In un mondo che ha sempre mandato avanti emeriti imbecilli solo per conoscenza e denigrato chi sapeva troppo?
      Certo sarebbe bello! Ma si ricomincerebbe di nuovo il giro “Provaci tu, se funziona forse ti seguo”
      Ormai la mente umana ha lasciato lo spazio al copia e incolla, all’dea del gruppo e non a quella individuale, al così fan tutti.
      Io personalmente scrivo quando voglio e ciò che voglio (ho due blog) e in entrambi, pur essendo improntati su argomenti totalmente opposti, sono me stessa. (Dimostrato il fatto che ci sono poche visite :D), credo che l’uomo abbia il dovere di distinguersi imparando tutti i giorni cose nuove, assimilando l’arte e mettendola da parte, anche se, l’opinione generale è che è impossibile riuscire a far tutto. Ci si ferma di fronte al primo ostacolo, quello del “Non lo so fare”, “Si può essere capaci solo in una cosa”.
      Ma siamo scemi o cosa?
      Teoricamente abbiamo un cervello e due mani! Li vogliamo usare? Costa fatica.

      Questo è il mondo in cui viviamo! Un mondo capace solo a schiacciare 2 tasti!
      Clicca il link, spingi il ottone e la macchina va in trazione, clicca l’altro e si parcheggia, spingi il pedale per accelerare, mollalo per frenare.
      Bravi, siamo leggermente al di sopra delle scimmie… forse

      Rispondi
  4. Sono d’accordo con lei. Ma la mia speranza che questo mondo cambi, non smette di esistere. In realtà si può cambiare e fare sempre un passo indietro. Tutti noi possiamo fare un passo indietro. Possiamo scegliere (anche se a noi sembra impossibile) di cambiare il mondo in cui viviamo nel nostro piccolo. Partendo dalla nostra piccola comunità. Non si scala una montagna senza mettere un passo!! Le auguro buona giornata🙂

    Rispondi
    • Certo, teoricamente non fa una piega, ma dalla teoria alla pratica ci sono ostaccoli legati all’ottusità, alla paura al poggiapianismo. Gli ultimi anni in particolare lo stanno dimostrando, molte chiacchiere e pochi fatti.

      Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: