• Seguimi anche su Bricciole d’info – farfugliamenti

  • DEDICATO A:

    Un forte abbraccio alla mia famiglia; a mio figlio, che con le sue "bricciole" (impossibile fargli capire l'errore ), mi ha dato l'ispirazione per il titolo del blog e al mio piccolo cucciolo che vorrebbe già scrivere al pc come la mamma!

  • Translate

  • Categorie

  • Ultimi post

  • Archivi

  • Login

  • Se pensi che questo blog

    ti abbia lasciato un segno,

    e lo ritieni utile,

    puoi sostenerlo

    offrendomi un caffè

  • Member of The Internet Defense League

Viaggiare all’estero con animali? Ecco come

Viaggiare con i propri animalianimal-731355_640 domestici all’estero è facile, basta sapere come fare e come muoversi tra le normative previste e le documentazioni necessarie.

Spesso è già abbastanza difficile spostarsi con gli animali in Italia per una vacanza, e questo non fa che aumentare le paure e l’ansia in caso di viaggio oltre confine. Invece, al contrario di quanto si possa pensare, basta seguire qualche utile consiglio e sarà tutto molto più semplice.

CONOSCERE LE NORME
Quando si entra in un paese straniero, è di fondamentale importanza conoscere le normative che regolano le entrate di persone ed animali. La legge, si sa, non conosce ignoranza e l’inadempienza anche se involontaria, rischia di farvi saltare le così tanto agognate vacanze. Informatevi e chiedete sempre e se non siete sicuri, una telefonata all’ambasciata del paese che intendete visitare, sarà sempre la migliore soluzione.

RISPETTARE LE NORMATIVE

Anche se a volte siete titubanti, ricordate che il paese nel quale andrete, si aspetta che le procedure siano eseguite. Potrebbe non farvi piacere sottoporre il vostro animale a qualche puntura, ma è necessario se non vorrete vedervi respingere all’arrivo.
In paesi come il Regno Unito, Malta e la Svezia, è necessario sottoporre il vostro animale ad un prelievo di sangue all’arrivo. Una volta era addirittura richiesta la quarantena, oggi per fortuna non è più necessaria. La Croazia, dal canto suo, pretende il vaccino antirabbico e badate bene che sia stato eseguito nelle tempistiche corrette. Il vaccino infatti, deve rispettare alcune date importanti e va infatti eseguito un mese prima del rilascio del passaporto del vostro amato cucciolo.

MODULISTICA E DOCUMENTI

Non tutti i paesi pretendono il passaporto, ma per gatti, cani e furetti è comunque obbligatorio averlo anche senza viaggiare. Fate una scappata all’Asl della vostra zona e, previo appuntamento con il veterinario di turno che visiterà l’animale, avrete il passaporto in pocho tempo. Il prezzo è relativamente basso e per avere la tariffa precisa, controllate in base alla regione di residenza.
Portate sempre con voi il libretto sanitario che la polizia di frontiera potrebbe visionare.

MICROCHIP

Sebbene non sia obbligatorio portare la copia dell’avvenuto impianto, è assolutamente necessario che l’animale sia dotato del microchip. Ormai gatti e cani devono averlo per legge, quindi muovetevi sempre per tempo.

VIAGGI IN AEREO
Se il vostro animale è di piccola taglia, sappiate che con un trasportino adeguato, siete autorizzati a portarlo in cabina con voi. Le regole variano da compagnia a compagnia, quindi è indispensabile controllare la carta dei servizi di ogni linea aerea. Ricordatevi sempre di dichiarare il vostro animale al momento della prenotazione. Alcune compagnie accettano infatti solo due animali per volo e se quando vi presentate in aeroporto, ci sono già due persone con i loro cuccioli prenotati, voi dovrete imbarcarlo o peggio, rimanere a terra.
Al contrario di quanto si crede, gli animali che viaggiano in stiva non subiscono enormi traumi. Una volta confermata la prenotazione, gli addetti aeroportuali informano il comandante dell’ospite speciale. Non viaggerà mai insieme ai bagagli e avrà un posto tutto suo, illuminato e riscaldato. Certo, potrebbe comunque spaventarsi per la novità e per il trambusto, ma state certi che spesso viene anche coccolato in fase di sbarco ed imbarco. Mettete con lui una scorta di cibo e di acqua e una maglietta con il vostro profumo. In questo modo non si sentirà abbandonato e sarà meno traumatico lo spostamento.

HOTEL E LUOGHI PUBBLICI

Ormai la tendenza è quella di accettare quasi ovunque l’animale domestico del cliente. Informatevi sempre prima o comprate le guide apposite per chi ama viaggiare in compagnia del bimbo peloso di casa. Ricordatevi di rispettare sempr gli spazi comuni, di non imporre la presenza dell’animale agli altri e rispettare il regolamento ovunque andiate. E’ molto importante mostrare educazione, solo in questo modo anche chi non ha animali, potrà capire che non deve essere precluso loro l’ingresso. Un piccolo passo per voi, ma un grande passo per tutti i proprietari di animali nel mondo.

Lascia un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: