• Seguimi anche su Bricciole d’info – farfugliamenti

  • DEDICATO A:

    Un forte abbraccio alla mia famiglia; a mio figlio, che con le sue "bricciole" (impossibile fargli capire l'errore ), mi ha dato l'ispirazione per il titolo del blog e al mio piccolo cucciolo che vorrebbe già scrivere al pc come la mamma!

  • Translate

  • Categorie

  • Ultimi post

  • Archivi

  • Login

  • Se pensi che questo blog

    ti abbia lasciato un segno,

    e lo ritieni utile,

    puoi sostenerlo

    offrendomi un caffè

  • Member of The Internet Defense League

Mission Impossible Rogue Nation

mission-impossible-rogue-nation-2015-posterMission Impossibile Rogue Nation 5
Si è quindi arrivati al 5° film della saga di successo planetaria di Mission Impossibile dove Tom Cruise è più che mai protagonista.
Dopo aver guardato il film in effetti la sensazione è quella che stavolta la super star abbia voluto dare il meglio di se, soprattutto per l’annunciata assenza quasi totale delle controfigure.
Basta infatti guardare il trailer ufficiale per rendersi conto che, anche se ha avuto paura a girare la scena sicuramente più “action” del film (quella cioè dove è attaccato all’esterno di un aereo in volo mentre il portellone non vuole saperne di aprirsi), è valsa lo sforzo coraggioso.
Il protagonista Ethan Hunt si ritrova quindi di nuovo in un groviglio di situazioni più che pericolose fin dall’inizio della pellicola, mentre si trova nell’elegantissimo teatro dell’Opera di Vienna.
Qui è alle prese con un 2 cecchini che deve assolutamente fermare con una sola pallottola, mentre viene rappresentata la Turandot.
Il pubblico non deve accorgersi di nulla e, anche se si tratta di un’unica sequenza lunga mezz’ora, non lascia fiato e tiene alta l’attenzione dello spettatore, con i combattimenti corpo a corpo nel più assoluto silenzio.
Il regista Christopher McQuarrie già da qui dimostra di avere ben chiaro il carico di tensione che darà a questo 5° film della saga, mescolandolo al fascino carismatico della protagonista femminile,Rebecca Ferguson, che interpreta il personaggio di Ilsa Faust.

La protagonista Ilsa Faust e l’incontro con Hunt
Ethan Hunt incontra la bella quanto affascinante Ilsa Faust dopo essere stato liberato dalla stessa, e dopo essere caduto nella mani di un perfetto cattivo aggregato al “sindacato”.
Ethan è inseguito dallo stesso sindacato, un gruppo di agenti segreti corrotti che vogliono ucciderlo ed eliminare l’IMF e che fanno parte di una nazione antagonista, addestrata proprio come il suo gruppo, composto da Benjii (Simon Pegg), Luther (Ving Rhames) e Brandt (Jeremy Renner).
La collaborazione con Ilsa Faust, che è un ex agente segreto costretta ad abbandonare il suo lavoro, avviene perché ha bisogno di una valida alleata britannica.
In lei si concentra l’antagonista ma anche la perfetta collaboratrice, di cui però non ha la minima idea se potersi fidare. Su questo rapporto chiaramente di amore-odio si instaura una tensione mista a un alto tasso di erotismo che accompagnerà l’intero film.

Le scene da togliere il fiato
Oltre alla scena dove Tom Cruise è attaccato all’aereo in volo naturalmente ce ne sono altre degne di menzione, che raccontano di un impegno deciso dell’attore stesso, ma anche del regista, di una piena riuscita di questa pellicola, molto probabilmente una vera e propria rivincita rispetto alle precedenti.
Sempre senza controfigura Tom Cruise si lancia in incredibili abissi ad altezze sconsiderate, ma anche in inseguimenti in auto e in moto, che non possono non riportare alla mente quando era in sella a quella comunque più “tranquilla” di “Top Gun”.
Si vede in bilico tra la vita e la morte quando rimane per diversi minuti sott’acqua e senza l’ausilio delle bombole d’ossigeno.
Insomma il livello di azione in questo film è decisamente cambiato puntando alle più alte vette, forse mai raggiunte prima.

La squadra
I personaggi della squadra rispetto agli altri episodi, che pure vengono citati durante il film, sono stati leggermente ridimensionati per dare spazio al carattere dei protagonisti. Le acrobazie che si vedono, anche se ricordano uno stile un po “vintage”, sembrano essere proprio quelle che ci volevano per dare una spinta in avanti al film, che paradossalmente sembra invece più fresco che mai.
Un altro personaggio che funziona per controbilanciare la “bontà” e l’impegno di Cruise è il cattivo di turno: parla poco ma sa come essere estremamente convincente e davvero pericoloso.
Insomma un film da vedere che all’uscita dal cinema lascia una bella soddisfazione per l’adrenalina che trasmette e perché ancora una volta Hunt è riuscito a portare a termine una missione “quasi” impossibile.

Inizio modulo

Fine modulo

 

Lascia un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: