• Seguimi anche su Bricciole d’info – farfugliamenti

  • DEDICATO A:

    Un forte abbraccio alla mia famiglia; a mio figlio, che con le sue "bricciole" (impossibile fargli capire l'errore ), mi ha dato l'ispirazione per il titolo del blog e al mio piccolo cucciolo che vorrebbe già scrivere al pc come la mamma!

  • Translate

  • Categorie

  • Ultimi post

  • Archivi

  • Login

  • Se pensi che questo blog

    ti abbia lasciato un segno,

    e lo ritieni utile,

    puoi sostenerlo

    offrendomi un caffè

  • Member of The Internet Defense League

Cosa si nasconde dietro il capolavoro dei Queen Bohemian Rhapsody?

Bohemian RhapsodyBohemian Rhapsody compie 40 anni: il capolavoro dei Queen uscì nel 31 ottobre del 1975 come primo singolo dell’album A Night at the Opera. Bohemian Rhapsody rappresenta ancora oggi un’opera unica nel suo genere, ed un mistero al quale nessuno è riuscito a dare una risposta.

Il mistero di Bohemian Rhapsody

Gli altri membri dei Queen la chiamavano Bo Rhap o Bo Rap: in realtà, nemmeno loro sapevano cosa fosse Bohemian Rhapsody. Un’intuizione di Freddie Mercury, covata da tempo, partorita all’improvviso e dal significato misterioso: il testo è un insieme di rime apparentemente senza senso, come lo stesso Freddie disse sornione ad un giornalista, ma tutti sapevano che non era così. Durante questi 40 anni in molti si sono interrogati sul suo significato, scervellandosi nel mettere insieme i pezzi di un puzzle di cui sono Freddie Mercury conosceva la composizione finale. May, Taylor e Deacon neanche ci provarono: a loro bastava sapere che si trattava di un capolavoro unico, frutto della genialità di un artista estroverso ma allo stesso tempo emblematico. E anche se lo avessero saputo, confessano i tre, non avrebbero mai tradito la memoria di Freddie raccontando il suo segreto.

Un puzzle di cui solo Freddie Mercury conosceva la chiave

Freddie Mercury scrisse la ballata utilizzando foglietti ed elenchi del telefono. I suoi pezzi erano sparsi, volatili, proprio come il senso della canzone. Secondo i membri della band, nessuno a parte lui sarebbe stato in grado di metterli insieme per creare qualcosa di lontanamente vicino al risultato finale di Bohemian Rhapsody. Raccontano che quando Freddie la presentò a Roy Thomas Baker, il produttore ci pensò per ore e poi fece spallucce: neanche lui ci aveva capito nulla. Ma approvò lo stesso. Il significato di quella che nel 2000 venne eletta canzone del secolo nel Regno Unito, è un punto di domanda che in tanti hanno provato a scomporre. La versione più credibile, riportata dalla biografa di Mercury, Lesley-Ann Jones, sostiene che si tratti della dichiarazione di omosessualità del cantante: Freddie non lo ammise mai, neanche a lei.

Bohemian Rhapsody, una confessione

Eppure gli indizi ci sono, e portano proprio verso quella strada. Il verso ‘Mama, I just killed a man’ parla di una confessione di omicidio: l’omicidio di se stesso, del vecchio Freddie. Un Freddie ‘ scaramouch’, un piccolo codardo che aveva finalmente trovato il coraggio per ammettere di essere una persona diversa. C’è Zanzibar, la città natale di Mercury. C’è Zarathustra, il profeta della religione dei propri genitori. C’è Bisbillah e c’è il Corano. C’è Galileo, lo scienziato che fu condannato per le sue convinzioni fuori dal mondo. C’è Beelzebhubas, il diavolo che esce allo scoperto. Un testo contorto, irriverente, apparentemente privo di senso ma in realtà molto profondo: proprio come era Freddie Mercury. E poi quel senso di colpa derivante dall’essere diverso dagli altri, quella confessione che diventa talmente machiavellica da lasciare solo l’ombra del vecchio Mercury (‘I see a little silhouetto of a man’). A 40 anni di distanza, e 24 anni dopo la sua morte, sembra quasi di sentire ancora le parole di Mercury: Bohemian Rhapsody non va capita, ma ascoltata.

Lascia un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: