• Seguimi anche su Bricciole d’info – farfugliamenti

  • DEDICATO A:

    Un forte abbraccio alla mia famiglia; a mio figlio, che con le sue "bricciole" (impossibile fargli capire l'errore ), mi ha dato l'ispirazione per il titolo del blog e al mio piccolo cucciolo che vorrebbe già scrivere al pc come la mamma!

  • Translate

  • Categorie

  • Ultimi post

  • Archivi

  • Login

  • Se pensi che questo blog

    ti abbia lasciato un segno,

    e lo ritieni utile,

    puoi sostenerlo

    offrendomi un caffè

  • Member of The Internet Defense League

Heart of the Sea, un flop annunciato

hearth of the seaNel 1820, la baleniera americana Essex viene attaccata da una balena dalle dimensioni mai viste, portando all’affondamento della baleniera stessa e ad una serie di tragiche conseguenze per l’equipaggio. Se la prima parte del film, quindi, ricorda la classica storia raccontata da Herman Melville in Moby Dick, va detto che In the Heart of the Sea è un vero e proprio film storico, in cui si mettono in evidenza le reali conseguenze di quell’affondamento, dal naufragio su un atollo di alcuni marinai, alla ricerca in mare di una nuova speranza di salvezza rivelatasi, invece, nuove fonte di disperazione e morte. Una storia vera, che narra di uomini in lotta contro se stessi, contro la propria morale e contro i compagni di sventura, nella speranza di salvarsi dal ventre dell’oceano. Ma probabilmente si tratta di una storia troppo drammatica per gli spettatori, soprattutto nel periodo natalizio, dove invece si cercano film leggeri o grandi saghe come, ad esempio, quella di Star Wars.

E forse proprio l’uscita contemporanea di Star Wars 7 ha contribuito a rendere un flop questa storia forte, tratta dal best seller di Nathaniel Philbrick. Un film tutt’altro che natalizio, quindi, che per ora ha incassato appena 11 milioni di dollari a fronte dei 100 milioni che è invece costato. E questo nonostante il nome importante alla regia, quello di Ron Howard, già premio Oscar per film basati su storie vere come A Beautiful Mind e Apollo 13. Per quanto la storia sia avvincente e gli attori ampiamente affermati (il protagonista è Chris Hemsworth, che deve scontrarsi contro Benjamin Walker nelle vesti del capitano George Pollard) il film non ha ottenuto il successo che ci si aspettava, rivelandosi anche un duro colpo per la Warner Bros che ha finanziato il progetto.

Ma naturalmente a salvare gli Studios della Warner Bros ci sono altri progetti che non permetteranno un affondamento come avvenuto alla Essex. Anche perché a coprire eventuali problemi degli Studios ci sono anche le assicurazioni.
Avere una polizza assicurativa, infatti, garantisce contro eventuali problemi economici che possono verificarsi, a seconda dell’ambiente e dello stile di vita, a causa di incidenti ed imprevisti.
Oggi, le migliori assicurazioni permettono di scegliere la polizza più idonea alle proprie necessità direttamente online, tramite il proprio sito. Ognuno potrà quindi calcolare uno o più preventivi comodamente da casa, semplicemente collegandosi ai diversi siti delle compagnie assicurative per scegliere quello che maggiormente soddisfa le proprie necessità, sia economiche che di copertura. Tramite la ricerca e il calcolo di preventivi online si può avere la certezza di risparmiare sulla propria assicurazione, sia essa una RC auto, una polizza infortuni, vita o altro.

Lascia un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: