• Seguimi anche su Bricciole d’info – farfugliamenti

  • DEDICATO A:

    Un forte abbraccio alla mia famiglia; a mio figlio, che con le sue "bricciole" (impossibile fargli capire l'errore ), mi ha dato l'ispirazione per il titolo del blog e al mio piccolo cucciolo che vorrebbe già scrivere al pc come la mamma!

  • Translate

  • Categorie

  • Ultimi post

  • Archivi

  • Login

  • Se pensi che questo blog

    ti abbia lasciato un segno,

    e lo ritieni utile,

    puoi sostenerlo

    offrendomi un caffè

  • Member of The Internet Defense League

Salute, il rapporto tra Internet e Medicina

nodulo tiroide salute

Recentemente un’equipe di ricercatori dell’Università di Stanford ha analizzato l’utilizzo di Internet da parte di utenti a caccia di notizie sulla salute. L’obiettivo è capire quanto la rete influenzi l’attenzione che riponiamo verso il nostro corpo, e il suo stato di salute.
Contrariamente agli allarmismi a proposito di un uso smodato e pericoloso di Internet per effettuare un’auto diagnosi, i risultati della ricerca di Stanford sono molto più incoraggianti e positivi.
Questi studi, pubblicati da Laurence Baker sulla rivista medica “Journal of the american medical association”, hanno evidenziato che la maggior parte degli utenti ricorre alla rete solo per un primo consulto, affidandosi poi alle cure del medico senza mai rinunciare a quest’ultimo passaggio.
Ne risulta, insomma, che usare internet abbia semplicemente aiutato gli utenti ad acquisire una maggiore consapevolezza del loro stato di salute.
I sintomi di un nodulo alla tiroide, che prima dell’avvento di internet potevano essere sminuiti, oggi sono messi in luce grazie ad un primo aiuto delle informazioni in rete.

Il web è ricco di portali che si occupano di informazioni, generiche o più approfondite, delle patologie più diffuse.
Nella folta schiera di portali vi è anche abcsalute.it, che fornisce news, approfondimenti, ma anche preziose indicazioni di centri specializzati e medici professionisti per ogni branca della medicina. In aggiunta, questi portali forniscono anche informazioni dettagliate su cause, sintomi e trattamenti, consigliando sempre una visita medica approfondita per valutare il problema specifico.

Nel caso di un nodulo alla tiroide, spesso molte persone non si accorgono di averlo poiché si tratta di una patologia asintomatica; solitamente esso non dà dolore, non dà fastidio né presenta segni di ipertiroidismo e non è palpabile.
A volte gli uomini se ne accorgono mentre fanno la barba, e le donne mentre si massaggiano il collo con una crema o durante il trucco.
Uno dei sintomi del nodulo alla tiroide è un leggero fastidio durante la deglutizione, poiché si tratta di un nodulo mobile.
Solo nei casi più estremi, quando il nodulo raggiunge dimensioni grandi, comincia a dare dei fastidi più consistenti, come senso di costrizione e difficoltà a respirare o deglutire.

Una volta che si sono appurati questi sintomi è molto importante rivolgersi ad un medico curante che si occuperà di indirizzare il paziente verso uno specialista.

Anche se questi siti non possono assolutamente sostituire il parere di un medico, (d’altra parte è lungi da loro questa intenzione), essi rappresentano una risorsa importante per avere alcune informazioni preliminari, e un’idea sull’eventuale patologia prima della visita medica vera e propria.

Le indagini che lanciano gridi d’allarme sull’utilizzo scorretto della rete, suppongono che Dottor Internet voglia sostituire le cure fornite di persona. I medici, però, non sembrano essere così preoccupati, visto che le statistiche assicurano che la frequenza con cui i cittadini si rivolgono ad uno specialista è in aumento.
In sostanza le abitudini della popolazione sono rimaste inalterate, è solo cambiata la fase preliminare che adesso può contare sul supporto della ricerca in rete.

Gli utenti non hanno alcuna intenzione di rimpiazzare le capacità cognitive e di valutazione clinica dei medici specialisti. La responsabilità delle cure resta sempre nelle mani del medico, ma l’utente, nel momento in cui consulta una pagina di salute, cerca qualcosa che integri la sua esigenza di informarsi.

Il desiderio di una ricerca preliminare sul web sembra essere un dato tutt’altro che negativo, nella misura in cui tale ricerca favorisca una maggiore conoscenza del proprio corpo. In tal modo, nessun sintomo può essere sminuito, agevolando le misure di prevenzione di una malattia.

 

Advertisements

Quali sono i 10 sport più salutari?

Marathon, black silhouettes of runners on the sunsetMolte persone, al momento di scegliere uno sport da praticare, sono indecise su quale sia quello più salutare e adatto al proprio fisico.
Con questa guida vi daremo qualche suggerimento su 10 sport che è possibile praticare e che portano in ogni caso benefici al fisico.

La canoa
E’ uno sport come altri che agisce sulla capacità respiratoria e cardiaca. E’ ottimo per chi intende rafforzare i muscoli soprattutto di gambe e braccia, ed è adatto fin da piccoli. Si può infatti cominciare ad allenarsi già a 8 anni, ma va bene anche per chi inizia a praticarlo dopo i 18 e vuole continuare fino alla terza età.

Il nuoto
Un altro sport che ha a che fare con l’acqua e può considerarsi tra i più completi in assoluto. Nessuna struttura muscolo scheletrica infatti è trascurata con il nuoto ed è adatto a tutte le età. Ottimo per la postura, mantiene in forma il cuore e i polmoni.

Lo squash
Anche questo sport potenzia la capacità cardiorespiratoria ma non è adatto a tutti in quanto richiede una certa forza fisica.
Aiuta a consumare una quantità di calorie pari a quella di un giocatore durante una partita di calcio (circa 500).

Sci di fondo
E’ uno sport per veri appassionati della montagna e allena i muscoli di gambe, braccia, spalle e schiena. E’ uno sport per chi ha una certa resistenza fisica ma si impara ad amare la montagna e a stimolare anche il metabolismo.

Arrampicata sportiva
Anche questo sport è tra quelli che si possono praticare in montagna o su una parete attrezzata. Richiede una grande forza fisica e di volontà. E’ ottimo per allungare i muscoli, renderli elastici e resistenti. Anche in questo caso l’impiego di calorie è elevato, perché si parla di circa 500 in solo mezz’ora di allenamento.

Il basket
Non è del tutto vero che per praticare il basket bisogna avere un’altezza considerevole ma sicuramente aiuta. L’allenamento è di tipo aerobico ed anaerobico nello stesso tempo. E’ anche molto dinamico con i suoi tipi stop-and-go. E’ così che si potenziano i muscoli di tutto il corpo.

La corsa
Anche la corsa è uno sport adatto a chiunque e altrettanto impegnativo in termini di sforzo fisico. E’ uno sport che si basa sulla potenza delle gambe e sulla resistenza. Richiede un peso leggero e potenzia sia i muscoli delle gambe che quelli dell’addome, della schiena e delle braccia.

Il ciclismo
E’ lo sport ideale per chi vuole aumentare la capacità respiratoria e allenare in particolare le gambe. Uno sport “pulito”, quello dei nostri nonni, nel senso che la bicicletta può portare alla scoperta di luoghi incantevoli in solitario o in compagnia. Ottimo per mantenere in salute cuore e polmoni ma ancheper la muscolatura della parte inferiore del corpo.

Il pugilato
Senza considerare gli incontri, che sono solo il culmine di un percorso sportivo, quello che è benefico nel pugilato è l’allenamento. La preparazione, la corsa, gli addominali, il salto con la corda, i pugni contro il sacco, sono gli esercizi che fortificano il sistema muscolare e fanno bene al cuore e ai polmoni.



E’ uno sport che in Italia è poco noto mentre negli Stati Uniti è tra le attività sportive mediamente praticate. E’ composto dal nuoto e dalla corsa, quest’ultima in misura maggiore.
E’ per questo che è ottimo per allenare tutto il sistema muscolo-scheletrico e per aumentare la capacità respiratoria.

Le ricette per combattere la debolezza

theverdeTutti gli anni attendiamo l’estate con trepidazione, salvo poi dover fare i conti con il caldo che certe volte può essere davvero opprimente. Gli esperti ci ricordano di non uscire nelle ore più calde, di bere tanto e di mangiare la frutta perché ricca di acqua e sali minerali, indispensabili per reidratare l’organismo provato dalla continua perdita di liquidi.

Nonostante il caldo estivo ci scoraggi dallo stare ai fornelli, possiamo ugualmente sbizzarrirci con piatti freddi facili da preparare, ma comunque d’effetto e soprattutto rinfrescanti. Se non sapete da dove cominciare, di seguito potete trovare alcuni consigli per realizzare squisite ricette per combattere il caldo.

The alla menta
Ingredienti: 1 cucchiaino di foglie di the, qualche fogliolina di menta, 2 cucchiaini di zucchero, 2 cucchiaini di succo di limone, una fettina di mela, una striscia di buccia di cetriolo, cubetti di ghiaccio.
Fate bollire l’acqua, aggiungete il the e la menta e lasciate in infusione per 10′ circa.
Filtrate il liquido, dolcificatelo e fatelo raffreddare; aggiungete il succo di limone e mescolate; versate il tè in bicchieri alti, decorate con la mela, la menta e la buccia di cetriolo e infine servite con abbondante ghiaccio.

Linguine in insalata al pompelmo
Ingredienti: 200 g di linguine, una bustina di zafferano, 4 cucchiai di olio d’oliva, 1 peperone rosso, 150 g di gamberetti surgelati, 1 pompelmo, 2 cucchiai di prezzemolo tritato, qualche fogliolina di menta, sale, una macinata di pepe.
Cuocete la pasta al dente e conditela con l’olio d’oliva e con lo zafferano sciolto in 2 cucchiai di acqua di cottura; mescolate bene e lasciate raffreddare. Sbollentate i gamberetti e scolateli; tagliate a fette sottili il peperone. In una capiente insalatiera mescolate la pasta, i gamberetti e il peperone. Aggiungete anche il pompelmo sbucciato e tagliato a dadini. Cospargete infine con il pepe e il prezzemolo tritato e decorate con le foglioline di menta.

Insalata con tofu
Ingredienti: 1 cipolla, 1 cucchiaio di aceto, 4 cucchiai di olio d’oliva, 4 pomodori, 1/2 cetriolo, 100 g di tofu, olive nere a piacimento.
Ponete la cipolla tagliata ad anelli e cosparsa con un pizzico di sale e pepe in una capace insalatiera; aggiungete l’olio d’oliva e l’aceto e fate riposare per circa un’ora.
Trascorso il tempo indicato, aggiungete i pomodori tagliati a rondelle, il cetriolo e il tofu tagliati a dadini e le olive nere. Mescolate con cura affinché l’insalata assorba il condimento.

Sorbetto di fragole
Ingredienti: 300 g di fragole, 300 g di zucchero, 2 limoni
Mescolate con un chucchiaio di legno mezzo litro d’acqua fredda con lo zucchero. Portate lo sciroppo ad ebollizione, cuocete per 15′ e lasciate raffreddare. Nel frattempo lavate e private del picciolo le fragole, passatele con un setaccio a maglie fini e raccogliete la purea in una terrina. Aggiungete il succo di limone e amalgamate bene con il cucchiaio di legno. Incorporate anche lo sciroppo ormai tiepido; versate il composto in uno stampo rettangolare che riporrete nel freezer per 3-4 ore circa per farlo rassodare completamente.

 

Siamo sicuri che una mela al giorno, leva il medico di torno?

Dicono che Una mela al giorno, levi il medico di torno. Ne siamo proprio sicuri?
Immagine di CRISTINA BUA Via Sant’Antonino ADRANO CT

Sicuramente, se prima avevo un qualche dubbio – io sarei dovuta essere perfettamente sana, visto che da ragazza mangiavo minimo una decina di mele al giorno, – adesso ho la certezza completa dell’ assurdità di tale frase
 E si, non ho potuto farne a meno,  Q-lo ha pubblicato una nota degna di NOTA.
E se ci pensiamo bene, non ha tutti i torti.
Provate a leggere e poi ditemi cosa ne pensate
 Ecco quanto condivide Q-lo su Facebook:
Dicono che tutti i giorni dobbiamo mangiare una mela per il ferro e una banana per il potassio.
Anche un’arancia per la vitamina C e una tazza di the verde senza zucchero per prevenire il diabete.
Tutti i giorni dobbiamo bere due litri d’acqua, anche se poi per espellerli richiede il doppio del tempo che hai perso per berli.
Tutti i giorni bisogna bere un Actimel o mangiare uno yogurt per avere gli indispensabili bacilli
L. Casei Defensis, che nessuno sa bene che cosa cavolo siano, però sembra che, se non ne ingoi per lo meno un milione e mezzo tutti i giorni, finisci per vedere sfocato.
Ogni giorno un’aspirina per prevenire l’ictus, e un bicchiere di vino rosso contro l’infarto, più un bicchiere di bianco per il sistema nervoso, ed uno di birra che già non mi ricordo per che cosa era.
Se li bevi tutti insieme, ti può provocare un’emorragia cerebrale, ma non ti preoccupare, perché non te ne renderai neppure conto.

Tutti i giorni bisogna ….

 leggi il seguito qui -> cit. di Q-lo

Una buona respirazione: felicità dl corpo, felicità dell’anima

È strano come lavoro, impegni, vita sfrenata, ci facciano dimenticare le cose più elementari ed essenziali della vita!   Mangiare, dormire, bere… respirare …. (◕‿◕✿) (altro…)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: